Infografica, come calcolare il ROI dei social network in 6 step

giovedì, 2 aprile, 2015

Il ROI è uno dei concetti più astratti, e nel contempo più concreti, del social media marketing. Deriva dalle analisi finanziarie delle aziende che vogliono calcolare i ricavi in funzione delle spese sostenute, lo scopo è ovviamente quello di massimizzare il ROI, minimizzando le spese. Il problema con i social media è che spesso non c’è un investimento monetario vero e proprio e altrettanto spesso gli obiettivi possono essere vaghi. Ecco perché bisogna utilizzare un po’ di pazienza e un po’ di capacità di analisi per riuscire a calcolare il ROI delle vostre azioni sui social. In questo un’interessante infografica di QuickSprout pubblicata da BufferApp ci viene incontro, indicando tutti i passaggi per semplificare il compito anche ai meno avvezzi e in soli 6 passaggi.

Prima di vederli sottolineiamo che i social network non sono solo perdite di tempo, giochetti per utenti che non hanno nulla da fare. I social media per le aziende possono portare valore, in termini innanzitutto di visibilità, ma anche di fidelizzazione e quindi di vendite. I casi mostrati all’inizio dell’infografica sono esemplificativi.

social media pmi servizi

Passaggio 1 – Definire gli obiettivi

La prima cosa da fare è decidere dove vogliamo arrivare con i social. Gli obiettivi possono essere molteplici e dipendono dalle esigenze aziendali e anche da cosa si vende. Alcuni esempi:

  • Acquisto online
  • Completamento di un form di contatto
  • Iscrizione alla newsletter
  • Download di un pdf
  • Tempo trascorso su pagine chiave
  • Interazioni sociali (like, share, follow)
  • Visualizzazioni video
  • Download si applicazioni mobile

Passaggio 2 – Tracciare le conversioni

Adesso bisogna avere la possibilità di tracciare il raggiungimento di questi obiettivi. Il modo più indicato è utilizzare Google Analytics, impostando il tracciamento di obiettivi ed eventi (guida al tracciamento degli eventi con analytics e creazione e gestione degli obiettivi su Analytics). Kle 5 metriche principali per calcolare il ROI sono:

  • Reach (copertura): sui social si intende la crescita di fan, follower, membri di gruppi LinkedIn o community Google+. Questo dato deve essere tracciato attraverso le piattaforme di analytics interne ai vari social network.
  • Traffico: l’aumento del traffico sul sito web o su una pagina specifica di questo è un obiettivo di grande rilievo per ogni azienda che lavora online. Il tracciamento per una singola pagina che viene condivisa sui social si può fare utilizzando le URL personalizzate, altrimenti si utilizzano gli strumenti di anali di Google Analytics.
  • Leads: con lead si parla generalmente di un interessamento da parte di un potenziale cliente, ad esempio l’iscrizione a una newsletter o il completamente di un form per richiedere informazioni. Va da sé che è un obiettivo molto importante, poiché apre un canale diretto con i clienti. Può essere monitorato con l’impostazione dell’obiettivo nella thank you page, con il tracciamento degli eventi sui pulsanti di invio o con le piattaforme di analisi dei tool per la gestione delle newsletter.
  • Clienti: in questo caso si indicano tutti quei clienti che sono diventati tali a seguito di un lead che viene dai social. Ad esempio dopo l’iscrizione alla newsletter grazie a una condivisione di contenuti su Facebook l’utente ha acquistato un prodotto.
  • Tasso di conversione: serve a tenere traccia della percentuale di visitatori che vengono dai social media, un tasso basso significa che le azioni intraprese hanno poco successo e occorre cambiare strategia.

Passaggio 3 – Assegnare un valore monetario all’obiettivo

Come abbiamo visto all’inizio il ROI è un concetto finanziario, che si basa perciò sui dei numeri e dei calcoli. Nel caso del ROI per i social è necessario impostare un valore per ogni obiettivo raggiunto, vediamo quali parametri si possono utilizzare:

  • Lifetime Value: quanto si guadagna in media da un cliente? Qui un tool gratuito per fare il calcolo. È necessario raccogliere una serie di dati per calcolare il LTV, come il valore medio degli acquisti, la percentuale di acquisti ripetuti, il tempo che trascorre tra più acquisti …
  • Lifetime Value moltiplicato per il tasso di conversione: Quanto costa ogni potenziale visita?
  • Acquisto medio: qual è il valore di un acquisto medio sul sito web?
  • Costi PPC: quanto dovrei spendere per ottenere gli stessi risultati con campagne a pagamento?

Passaggio 4 – Misurare i risultati

Sfruttando un foglio di calcolo è arrivato il momento di analizzare il valore degli obbiettivi raggiunti per ogni canale. Il calcolo è molto semplice, basta moltiplicare il numero di obiettivi raggiunti per il valore che gli abbiamo assegnato. Ad esempio se per ogni iscrizione alla newsletter do come valore 10€ e grazie a Facebook ne ho ricevute 100, i profitti che derivano da Facebook sono di 1000€.

Passaggio 5 – Determinare i costi totali

Seppure l’iscrizione a Facebook, Twitter e le altre piattaforme sia gratuita, l’utilizzo dei social non può essere  considerato a costo zero. Vediamo i valori che concorrono al calcolo dell’investimento:

  • Il tempo: bisogna moltiplicare il costo di un’ora di lavoro per il numero di ore impiegato per gestire i social.
  • Tool per i social media: i tool sono quasi indispensabili per gestire correttamente i social e il loro costo va sommato a quello totale (per conoscere quello giornaliero basta dividere il costo annuale del tool per 365).
  • Spesa pubblicitaria: ovvero il costo di ogni campagna fatta per aumentare follower, fan, portata dei post ecc…

Andranno fatti questi calcoli per ogni piattaforma utilizzata, in maniera da poter effettuare un confronto con i relativi profitti.

Passaggio 6 – Analisi dei risultati

Adesso che abbiamo tutto quel che ci serve possiamo finalmente calcolare il ROI, la cui formula è: (benefici-costi) per 100 diviso costi. Tornando all’esempio precedente, se la gestione di Facebook per incrementare il numero di iscritti alla newsletter ha avuto per me un costo di 400€ il ROI di quella campagna sarà: (1000€-400€)*100/400€ = 150%

Il valore così ottenuto, in percentuale, è il ROI di quel canale. Confrontando i dati per ogni piattaforma social potremo decidere dove investire, dove fare modifiche, quali canali è meglio evitare perché sono solo perdite economiche e così via.

Clicca sull’immagine per visualizzare l’infografica

infografica roi social media