Il perfetto processo di checkout raccontato in un’infografica

giovedì, 17 settembre, 2015

Il 68% dei visitatori di un sito ecommerce abbandonano il loro carrello, è come se la maggior parte delle persone che incontrate in un supermercato lasciassero carrelli pieni lungo le corsie e se ne andassero. Una scena surreale, che online non lo è poi così tanto. Si calcola che la perdita sia attorno ai 4 miliardi di dollari, ma la cosa positiva è che 2.5 miliardi potrebbero essere recuperati, secondo BI Intelligence. I principali motivi per un carrello viene abbandonato sono da attribuire a: costi di spedizione imprevisti o troppo alti, obbligo di creazione di un nuovo account e la mancanza di completa convinzione verso quell’acquisto.

sito e-commerce

L’infografica seguente di VWO ci spiega quali sono i punti salienti della costruzione di checkout page che impedirà ai clienti di abbandonare il carrello e terminare gli acquisti.

I 4 elementi che rendono perfetta una pagina di checkout sono:

  • Usabilità
  • Funzionalità
  • Sicurezza
  • Design

Per rendere ottimali questa caratteristiche si possono eseguire diversi interventi sul processo di acquisto, al fine di facilitare il compito per l’utente.

Login e Guest Checkout

Innanzitutto non bisogna obbligare gli utenti a iscriversi al sito, meglio dare la possibilità di non creare un account solo per quell’acquisto. Gli unici dati che bisogna richiedere devono essere quelli indispensabili per inviare la merce e completare il pagamento. Nessuno vi impedisce di indicare i vantaggi dell’iscrizione, sarà poi l’utente a decidere se completarla o meno.

Nel form di iscrizione occorre fare in modo che ogni errore di compilazione venga indicato con chiarezza, i messaggi vaghi lasciano interdetti. È una cosa che accade spesso quando si sceglie la password, meglio indicare immediatamente come deve essere (minimo 6 caratteri, almeno una maiuscola, una minuscola, un numero), in maniera da evitare inutili perdite di tempo a cercare l’errore.

Sempre nel form di iscrizione occorre puntare alla semplicità, per avere informazioni aggiuntive sulle preferenze c’è sempre tempo, in un primo momento è meglio essere essenziali e fare in modo che i minuti spesi per registrarsi siano davvero pochi. Per il resto affidarsi a degli A/B test e individuare la formula perfetta, o quasi.

Spedizione

La pagina dedicata alla scelta della spedizione deve essere completa e comprensibile. Innanzitutto bisogna offrire più opzioni di spedizione (con più corrieri, più o meno veloce…). Se possibile consentire il ritiro in un negozio fisico o in un punto di ritiro, consentendo all’utente di visualizzare dov’è quello più vicino in funzione del codice postale inserito.

Nel form dove va inserito l’indirizzo di fatturazione e spedizione i campi devono essere chiari (possibilmente con del testo esemplificativo). Inoltre ricordare l’opzione per cui si può direttamente decidere che indirizzo di fatturazione e spedizione corrispondano, senza obbligare l’utente e copiare due volte gli stessi dati.

Pagina del carrello

La pagina dove viene riassunto il carrello deve contenere tutte le informazioni:

  • La foto del prodotto, perché il 92.6% degli utenti afferma che le immagini hanno un0influenza positiva sulla decisione di acquisto
  • Un pulsante per salvare il prodotto per un acquisto successivo o nella wish list. In questo modo si potrà seguire l’esempio del 54% dei venditori e proporre quello stesso prodotto a un prezzo scontato, assicurandosi così la vendita nella maggior parte dei casi.
  • Pulsanti pere modificare o cancellare l’ordine
  • Mostrare il prezzo finale, definitivo, senza sorprese aggiuntive. Deve includere tasse e spese di spedizione, oltre che il prezzo dei prodotti.

Pagamento

La pagina dove si finalizza il pagamento, oltre a mostrare nuovamente il prezzo finale che si andrà a pagare, deve:

  • Offrire diverse opzioni di pagamento, PayPal è ormai quasi indispensabile perché è più facile da utilizzare anche da mobile, non obbligando all’inserimento di tutti i dati della carta di credito.
  • Nel form per inserire i dati della carta è superfluo chiedere di inserire il circuito della carta di credito, viene rilevata automaticamente in funzione del numero della carta.
  • Fondamentale, invece, inserire le informazioni di sicurezza, ovvero i metodi utilizzati per proteggere i dati sensibili che l’utente sta inserendo.

Pagina di conferma

Quando tutto il processo è terminato non è finito il rapporto con l’utente/cliente. È molto importante inviare un’email di riepilogo dell’ordine, contenete tutte le informazioni di contatto e tutto ciò che riguarda tempie  modi di consegna.

All’email va aggiunta la pagina di conferma, all’interno del sito, che rassicura l’utente sul fatto che la procedura è andata a buon fine e che contiene le medesime informazioni del testo dell’email di conferma a cui aggiungere: la possibilità di stampare la pagina o salvarla in PDF e il link per completare la registrazione e creare l’account.

infografica processo checkout