Local SEO: come creare e mantenere una strategia di successo

mercoledì, 18 settembre, 2013

La local SEO, ossia la strategia che consente di ottenere visibilità online sulla base della geolocalizzazione, sta assumendo sempre più importanza e popolarità. Costruire una campagna localizzata che consenta alle aziende di essere trovate da persone nelle vicinanze richiede una tecnica che si traduce in una serie di attività da cui non si può prescindere.

In un articolo pubblicato su Inbound Interactive sono riportati i passaggi fondamentali per costruire e mantenere una campagna local SEO di successo. Il punto da cui partire è la ricerca e analisi. Come prima cosa, per costruire una campagna local SEO è necessario acquisire più informazioni possibili sull’azienda e sul settore di appartenza, per poi analizzare la sua presenza online in relazione alla geolocalizzazione. Gli aspetti da considerare riguardano la presenza di citazioni, recensioni, link geolocalizzati e social media, gli annunci realizzati con parole chiave localizzate e i competitor.

In riferimento alle citazioni, la prima azione da compiere nel fare ricerca e analisi è verificare se l’azienda è già correttamente inserita nel panorama della local SEO. Per farlo, basta controllare le principali directory e vedere se l’azienda ha già un profilo e se quanto è riportato è corretto e coerente. È importante che tutte le segnalazioni siano coerenti, a partire dal nome, indirizzo e numero di telefono disponibile sul sito dell’azienda cliente.

In merito alle recensioni si può dire che una buona reputazione online è un ottimo biglietto da visita da presentare ai potenziali clienti. Quindi, dedicare del tempo alla ricerca di recensioni online è un’attività utile e poco dispendiosa se si pensa che uno dei modi per svolgerla consiste nell’inserire il nome dell’azienda su Google seguita dalla parola chiave “recensioni”. Una volta che le recensioni sono state rintracciate, quello che bisogna chiedersi è se hanno un risvolto positivo o negativo e se l’azienda ha già provveduto ad inserire dei commenti.

Per quanto riguarda l’analisi dei link locali, è opportuno verificare se i link che l’azienda riceve in entrata provengono da siti Web o directory geolocalizzati o se invece provengono da siti generali. Per contribuire a dare visibilità all’azienda dal punto di vista della sua posizione geografica, è necessario far sì che i link in entrata provengano da siti che riportano al loro interno informazioni locali come la città o la provincia di appartenenza. Allo stesso tempo, si rende necessaria l’eliminazione di link che provengono da siti troppo generici o da spam.

Gli altri passaggi relativi alla ricerca e analisi riguardano lo studio della presenza dell’azienda sui social network e della presenza di annunci con parole chiave geolocalizzate. Dopo l’attività di ricerca e analisi, è opportuno dedicare del tempo alla selezione delle parole chiave e la conseguente ottimizzazione del sito per la local SEO.

Per ottimizzare il sito gli aspetti da considerare riguardano la crezione di title, description e URL che contengano parole chiave geolocalizzate. Non solo, le stesse parole devono essere utilizzate anche all’interno del contenuto e nell’ottimizzazione dell’immagine, prestando attenzione alla necessità di non caricare troppo il contenuto dal punto di vista delle keyword, rendendolo poco utile per l’utente finale.

Come quarto punto, si raccomanda di prestare attenzione all’ottimizzazione del profilo Google Plus. La pagina locale su Google Plus gioca un ruolo fondamentale nel posizionamento sul motore di ricerca. Le informazioni che devono essere necessariamente riportate su Google Plus comprendono il nome dell’azienda, l’indirizzo, l’email, il telefono, l’URL del sito, la categoria di appartenenza, l’area di servizio, le immagini e gli eventuali video.

Da non dimenticare di tracciare costantemente i progressi e quindi i risultati ottenuti con questa strategia.

Articoli correlati