7 tool per trovare, condividere e diffondere contenuti

lunedì, 28 dicembre, 2015

Creazione e diffusione di contenuti sono attività di marketing molto impegnative, che richiedono risorse e tempo. La content curation è alla base delle principali strategie di marketing, il 68% dei marketer afferma che basa la propria strategia proprio sulla content curation. D’altronde questo dato non dovrebbe stupire dal momento che esiste sui social media la regola del 5-3-2, dove 5 dovrebbero essere contenuti altrui, rilevanti per il proprio target.

Da queste considerazioni emerge la necessità di usare degli strumenti che siano di supporto alla content curation, ne vediamo 11 consigliati dal Content Marketing Institute.

ClearVoice

ClearVoice consente di accedere a una serie di contwnuti pubblicati dai principali influencer. La versione gratuita permette di utilizzare Idea Lab, Influencer Search, calendari e gestione delle campagne. A pagamento si hanno funzioni più complete e mirate alla content curation.

FrontPageit

FrontPageit, come molti altri tool dello stesso genere, mostra i contenuti in funzione delle preferenze espresse e del tipo di contenuti condivisi. La principale differenza sta nel fatto che per ogni contenuto che viene immesso nella piattaforma viene richiesta una breve descrizione, cosa che da una parte richiede maggiore impegno, ma dall’altra garantisce una migliore qualità dei contenuti che vi si possono trovare.

Pinterest

È vero che Pinterest è una piattaforma social, ma può essere utilizzato anche per la content curation. Innanzitutto consente di avere un rapporto diretto con il pubblico dei follower (e non solo), inoltre si basa sulla forza delle immagini, che come sappiamo hanno un forte impatto. Infine Pinterest consente di attuare delle strategie SEO che riguardano query specifiche. Pinterest è anche un ottimo strumento per trovare ispirazione per i propri contenuti e dato che il tempo medio di vita è di 3 mesi e mezzo non si rischia di trovare materiale datato.

Scoop.it!

Scoop.it ha una comunità di 1.2 milioni di utenti che pubblicano e condividono contenuti. È una delle piattaforme di content curation più conosciute e utilizzate. Consente di trovare contenuti mirati per il pubblico e di condividere i propri. Inoltre permette di entrare in contatto con gli influencer del proprio settore.

Curata

By having content curation involved in your company’s overall marketing plan, your company can save time, money and resources.

Queste le parole del CEO di Curata, ex di Google e Microsoft. Curata è un servizio a pagamento che guida l’utente attraverso il processo di ricerca e condivisione di contenuti per il mercato di riferimento. La caratteristica peculiare di Curata è personalizzazione, impara gli interessi e propone contenuti coerenti con essi.

Feedly

È un Really Simple Syndication (RSS) Feed che offre anche un focus sui contenuti relativi alle tematiche di interesse, inoltre incorpora anche i video di YouTube. Il maggior vantaggio dlel’utilizzo di Feedly è la funzione privacy, che consente di non rendere pubbliche le proprie preferenze, condividendole solo con il proprio team.

Storify

Questa piattaforma consente di creare storie, ma anche di reperire informazioni e trovare quelle più aggiornate sul mercato di riferimento. Uno dei principali vantaggi è che attinge a numerosi fonti, compreso Twitter e YouTube, consentendo anche di condividere i propri contenuti in maniera creativa.