5 tool per facilitare la gestione dei social media per i brand

giovedì, 9 aprile, 2015

Chi lavora sul web spesso si ritrova a cercare tool per velocizzare alcune operazioni, che altrimenti richiederebbero più tempi. Ad esempio per creare le immagini giuste da utilizzare sui vari canali social (le cui misure variano con un frequenza impressionante), per misurare i risultati, per pubblicare contemporaneamente su più piattaforme un contenuto (anche se non è proprio corretto unificare il messaggio) e altro.

social media pmi servizi

Oggi vediamo 5 proposti da Social Media Examiner per semplificare la vita dei social media manager e per rafforzare la strategia di social media marketing.

Social Media Image Maker

Social Media Image Maker è esattamente ciò che dice il suo nome, un tool che consente di creare le immagini della dimensione giusta per tutti i social (Facebook, Google+, LinkedIn, Twitter, Vimeo, YouTube…). Una volta caricate le immagini è possibile modificarle con alcuni strumenti a disposizione, applicando filtri ed effetti in stile Instagram. Se non vi convincono troppo le misure proposte da questo tool (e a guardare quelle per Facebook e Twitter noi non siamo molto convinti) c’è sempre questa infografica di Covershub che ci fornisce le misure del 2015 per la maggior parte dei social. C’è poi il caro, vecchio e utilissimo Canva che ci permette di aggiungere e modificare le immagini a nostro piacimento.

social media dimensioni 2015

Cyfe

Cyfe è una all-in-one-dashboard che può essere utilizzata con account free o a paga,mento (19$/mese). Consente di creare delle dashboard di monitoraggio per le varie piattaforme social: AddThis, Bitly, Pagine Facebook, Google Search, Instagram, Klout, LinkedIn (profilo e azienda), Pinterest, Twitter, Twitter Search e YouTube. Per creare le dashboard si hanno a disposizione una serie di widget da aggiungere che mostrano dati come dimensione dell’audience, attività e ricerca delle keyword… Infine dà la possibilità di scaricare i report o di inviarli via email.

Trovare gli influencers

Abbiamo dato ampio spazio ai tool per individuare e monitorare gli influencer utili per il nostro brand nell’articolo: 7  influencer tool per i brand. A questa lista manca il tool di analisi di Brandwatch, dal momento che ha un costo piuttosto elevato (a partire da 500$ al mese). Vero anche che offre un’ampia gamma di strumenti e un’analisi e una gestione molto approfondita della presenza online dei brand e delle conversazioni che vengono effettuate nei vari canali social. Se non bastasse basta dare un’occhiata ai nomi che utilizzano questo tool per farsi un’idea della sua efficacia.

TubeMogul

TubeMogul è un tool che consente di caricare un video su più piattaforme e di monitorarne poi le prestazioni. C’è la possibilità di registrarsi gratuitamente e poi ci sono dei piani a pagamento (con prezzo non pubblico) che offrono un numero maggiore di utilità. Ricordiamo, perché è molto importante, che ogni piattaforma social e quindi anche video, ha un proprio linguaggio e delle proprie caratteristiche. Probabilmente un video ottimizzato per YouTube non avrà le stesse prestazioni su Vimeo. Ecco perché va bene effettuare un upload unico per risparmiare tempo, ma è fondamentale preoccuparsi poi di personalizzare il video in base alla piattaforma che lo ospita.

Pubblicazione pianificata

La pubblicazione automatica dei contenuti sui social, come abbiamo appena visto, non è una pratica consigliata. La pianificazione dei post è però molto utile e fra i vari tool che consentono di farla i più famosi sono senz’altro Buffer e Hootsuite. Entrambi hanno piani free e a pagamento e consentono una gestione totale di profili e pagine sulle piattaforme social più importanti. Nell’ottica della gestione di un calendario editoriale e di una strategie social strutturata la possibilità di scegliere giorni e orari per la pubblicazione dei contenuti, potendone poi valutare i risultati, è sicuramente un’opzione da prendere in considerazione seriamente.