5 trend del mobile che hanno rivoluzionato il nostro 2015

giovedì, 17 dicembre, 2015

Abbiamo ormai capito tutti che il mobile è stato la grande rivoluzione della comunicazione negli ultimi anni. Da oggetti con i quali si poteva solo telefonare, i cellulari, ormai promossi a smartphone, hanno aperto una finestra sul mondo, finestra attraverso cui possiamo guardare da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. Internet è dapprima entrato nelle case e poi è arrivato nelle tasche, diventando una naturale estensione del nostro modo di pensare, di comunicare e dei nostri arti. Visione che può spaventare i più, e che in alcuni casi ha risvolti senz’altro negativi nella vita sociale e psicologica delle persona, dal punto di vista prettamente economico e di marketing il mobile è stato un nuovo modo per raggiungere i clienti, per avere nuovi canali di vendita, per conoscere meglio il target. Vediamo quindi quali sono i trend che hanno caratterizzato il mobile marketing del 2015.
mobile marketing pmiservizi

Più mobile, meno desktop

È arrivato il sorpasso, quello preannunciato da diversi anni. Ormai sono più i dispositivi mobile che quelli desktop, è sono anche di più le connessioni a internet da mobile rispetto a quelle da desktop. I nostri computer, portatili o meno, andranno presto in pensione soppiantati da dispositivi sempre più leggeri e perforamenti, che potranno seguirci ovunque.

Maggiore attenzione sulla SEO per mobile

Se fino al 2014 era ancora forte l’attenzione per il posizionamento sulle SERP tradizionali, oggi sono sempre di più le richieste per progetti di mobile marketing, che includano anche strategie SEO studiate appositamente per questo scopo. Ecco quindi che cresce l’attenzione anche per la Local, strettamente legata all’utilizzo di smartphone e tablet, ed ecco anche che aumenta la curiosità verso la ASO, ovvero l’ottimizzazione per le applicazioni mobile all’interno degli store, ma anche fra i risultati di ricerca da mobile. Inoltre gli esperti sono sempre più attenti alle ricerche vocali sul motore, legate ad app come Google Now e Siri, che cambiano le modalità di interazione tra utente e motore e anche la forma che acquisiscono le query con queste nuove modalità. Tutti fenomeni che richiedono studio e sperimentazione, per poterne cogliere tutte le opportunità emergenti.

Pagare con lo smartphone

Per quanto possa ancora sembrare una tecnologia aliena, pagare con lo smartphone, grazie all’NFC, è una realtà che presto ci consentirà di lasciare a casa il bancomat o la carta di credito. Basta avvicinare lo smartphone al lettore per completare la transazione.

Comprare da mobile

Insieme al pagamento nel negozio fisico con lo smartphone sono cresciuti anche gli acquisti effettuati dai siti ecommerce direttamente dal cellulare. Gli affezionati usano l’applicazione dello store, altri preferiscono la versione mobile del sito, in tutti i casi l’utente ha trovato un’ulteriore comodità nel comprare online, ovvero comprare online ma dal dispositivo che ha sempre con sé. Ecco quindi che c’è sicuramente chi avrà acquistato i regali di Natale mentre era alla fermata del bus di ritorno da lavoro, chi sceglie e prenota le vacanze la sera al pub con gli amici, chi rinnova l’armadio mentre è in pausa pranzo. Il mobile ha cambiato il nostro modo di fare acquisti ancor più del semplice ecommerce, perché possiamo comprare ovunque, nei momenti morti, nei momenti che riteniamo più opportuni, nei momenti che normalmente passeremmo a pensare dove e cosa comprare possiamo già farlo scorrendo con un dito le pagine web.

L’interazione con altre tecnologie

Il mobile è entrato anche in connessione con altre tecnologie. Pensiamo solo che è possibile usare il cellulare per accendere e spegnere i termosifoni, per controllare i consumi di casa, per gestire l’utilizzo delle prese elettriche dell’abitazione e l’accensione delle luci. Pensiamo che dallo smartphone possiamo controllare l’automobile e comunicare con essa. E poi ci sono i cosiddetti wearable, ovvero i dispositivi mobile che si indossano come gli smartwatch o i famosi Google Glass, vere e proprie estensioni del corpo che ci connettono al web.

Articoli correlati