Be-Wizard, intervista a Rand Fishkin CEO SEOmoz

venerdì, 11 marzo, 2011

Be-Wizard , Web marketing revolution. San Marino 11-12 marzo 2011.
Due giorni di puro web marketing, marketing sulla rete, scommesse e investimenti, territori digitali, piazze, borse, business, strategie di questo nuovo scenario mondiale,  che ormai nuovo non è. Nuovo per i vecchi, attuale per i contemporanei. Scontato per le generazioni future.  Analytics, conversioni, geolocalizzazione dei clienti, dei contatti, delle visite al proprio sito.
Quanti si affacciano sulle nostre pagine da connessione mobile, tramite Blackberry, tramite smartphone,  Android o  iPhone. Cosa vogliono, cosa cercano, dove cercano, con quali chiavi, con quali parole dovremmo essere in grado di farci immediatamente rintracciare sui motori di ricerca.
Google, Bing. Social e microblogging. Siamo nel pieno, nella cruciale maturazione di questo fiume in piena che ci sta traghettando semplicemente, naturalmente, senza se e senza ma dentro i sogni o gli incubi di chi scriveva di fantascienza e futuribilità solo trenta o quaranta anni fa. Nel pieno della fase conclusiva di un’ affascinante mutazione genetica del capitale, del mercato, dell’uomo,  intrisa di postcomporaneità, speranza tecnologica ecosostenibile, allarmi sociali, dubbi sindacali e welfare. Il pianeta che muta in venti anni, e cambia ciò che i primi 1500 non hanno nemmeno potuto immaginare. Dai maggiori e se vogliamo spietati tank della finanza planetaria, passando per gli hacker di attacco o  di difesa, fino alle rivolte magrebine e ai sogni della completa libertà di espressione e di esistenza. Tutti suggono la benevolenza della rete. Come l’aria, la rete è essenziale e ognuno ne rivendica l’esattezza nel proprio uso.
Dopo due edizioni a titolo Rimini Web Marketing Event, dedicate al turismo2.0, questo autorevole appuntamento romagnolo si trasferisce a San Marino e sceglie un altro nome.
Be-Wizard. Speech intrisi di web-marketing revolution, relatori, moderatori, ospiti internazionali provenienti da ambienti a noi cari: SEO, web analytics, in poche parole teorie e tecniche per il business online.

Per chi ci segue, PMI Servizi si è assicurata il diritto di intervistare due dei professionisti presenti. Paolo Zanzottera e Rand Fishkin.
Il primo di cui potremo ascoltare riflessioni e commenti è Rand Fishkin. Super ospite internazionale della prima giornata della manifestazione. CEO (Chief Executive Officier) e co-fondatore di “SEOmoz” azienda specializzata in strategie di semplificazione SEO,  co-autore del libro “The Art of Seo” edito da O’Reilly. Strategie teorie e tecniche dell’arte SEO, di un tema SEO, dell’industria SEO. Per il settimanale Business Week, tra i trenta migliori giovani imprenditorie under 30 nel settore delle tecnologie.

Google ha aggiornato il proprio algoritmo per  premiare i siti con contenuti di qualità. La domanda è: cosa significa esattamente contenuti di qualità.
In questo caso Google sembra stia misurando i dati provenienti dalle valutazioni qualitative delle persone (essenzialmente valutando e tracciando i casi in cui le persone mostrano di apprezzare un contenuto), come fossero dati di consumo provenienti da altri che già conosciamo come il time on site, il click-through-rate, il search “success” (se e quanto gli utenti sembrano soddisfati dal risultato ottenuto dalla ricerca o quanto invece escano delusi dal sito che stanno visitando e ritornino sul motore per tentare con un altro click).

Il tempo di permanenza su un sito è un importante parametro di giudizio nella web Analytics. Google tiene conto di questo parametro nell’assegnazione di sitelinks?
Google non assegna link o valore ai link nel senso classico del termine,  è probabile però che valori simili a quelli del tempo trascorso sul sito, avanzeranno e  assumeranno un peso maggiore nel Google’ ranking algorithm.

Come i Quality Raters influenzano il modo in cui Google penalizza/banna un sito?
I Quality Raters sono come un esercito di investigatori, che va a cercare manipolazioni, bassa qualità, o violazioni delle linee guida di Google. Quando trovano nuove issues, problemi, questioni simili, questi investigatori elaborano un report sul quale gli ingegneri di Google potranno testare e provare nuovi algoritmi di contrasto, codici per combattere chi sta utilizzando questi metodi.

Google aggiungerà nuovi items al suo menu? Perché non ha ancora creato una sezione Eventi, pensando alla necessità che gli utenti potrebbero avere di un servizio di geolocalizzazione simile?
Non posso dire per certo perché si è scelto di perseguire alcuni aspetti e non altri. Nel lungo periodo, ho il sospetto che Google farà qualcosa in più per ogni settore. Si pensi per esempio a quanto ha fatto con la ricerca delle ricette di cucina su Google.com.

Quali le maggiori e rilevanti relazioni tra Social e SEO?
Attualmente con Twitter e Facebook le relazioni sono ovvie e evidenti. Link “twittati” o “shared on” Facebook possono influenzare i risultati nella SERP in Google allo stesso modo dei link, link popularity. Per questo motivo, avere un’ottima comprensione dei movimenti dei social e di dove ci condurranno, è in questo momento una prerogativa per chi lavora nel SEM.

Scopri tutto su
Be-wizard 2011

Articoli correlati