Blekko: motore di ricerca, SEO e social network

martedì, 9 novembre, 2010

Arriva Blekko! Wow… ma chi è Blekko? Forse sarebbe meglio dire cos’è Blekko?

Sembra una di quelle pubblicità televisive dove alla fine si scopre l’oggetto del mistero, ma in questo caso non è proprio un mistero. Infondo quando qualcuno lancia la sfida a Big G non è mai un mistero e non passa certo inosservato!

Un pò come quando qualcuno sfida Rocky, partono le scommesse e tutti con il fiato sospeso, riuscirà la new entry a battere il campione in carica? Ok forse stiamo esagerando ma oggi siamo in vena di curiosare tra le novità su internet e Blekko cade giusto a pennello.

Ma cos’è Blekko?

  • Blekko è un motore di ricerca
  • Blekko è un social network
  • Blekko è uno strumento utile per l’analisi SEO

Insomma uno strumento che possono utilizzare tutti, dall’utente che cerca una buona pizzeria al SEO che vuole fare un’analisi del proprio sito.

Blekko:motore di ricerca e social network per gli utenti

Bene adesso vediamo cosa succede nel momento in cui un utente X si appresta a fare una ricerca sul web e decide di usare Blekko. Quello che si trova davanti è una home page molto simile a quella di Google

Blekko: nuovo motore di ricerca

Inserendo la keyword che ci interessa anche in Blekko abbiamo dei suggerimenti di ricerca

Suggerimenti di ricerca in Blekko

La serp dei risultati che si ottengono può sembrare molto simile a quella che offre Google, in realtà c’è qualcosa in più. Un utente può registrarsi, come in un social network, può personalizzare le proprie ricerche e utilizzare i slashtag .

Le critiche principali mosse oltreoceano a questo motore di ricerca ruotano proprio intorno a questi due punti. Per usufruire dei servizi in più di Blekko un utente deve necessariamente loggarsi e inoltre l’uso dei slashtag non è immediato e semplice se si pensa ad un utente medio.

Inoltre c’è da dire che la potenza di Google è data proprio dalla semplicità di utilizzo, niente registrazioni o parole strane, potrebbe forse essere questo a tenere a terra la popolarità di Blekko? Ai posteri l’ardua sentenza. Intanto per chi ha voglia di sperimentare è bene sapere che gli ideatori di Blekko hanno creato un mix tra motore di ricerca e social network dove ogni utente, attraverso appunto gli slashtag, può catalogare i siti e collaborare alla selezione dei siti internet più utili e interessanti..

Spam o siti utili, siti autorevoli o siti di gossip, un utente può anche creare un proprio slashtag in modo da ottenere con un click una serp personalizzata in base alle proprie esigenze.

Strumenti Blekko per utenti

Un utente ha un proprio profilo dove può anche vedere gli slashtag creati dagli altri utenti, un vero e prorpio social network dove condividere informazioni, seguire ed essere seguiti, editare il proprio profilo e collegarlo con il proprio account Facebook.

Usare Blekko

Sicuramente molto più che un motore di ricerca, ma forse veramente un pò troppo per un utente medio che alla fine da un motore di ricerca si aspetta semplicemente l’elenco di risultati attendibili e utili a ciò che gli serve.

Blekko: uno strumento di analisi per il SEO?

Il discorso cambia totalmente quando ad interagire con Blekko è un esperto, un SEO, un SEM.

In questo caso Blekko oltre a tutte le funzionalità fino ad ora elencate può essere un utile strumento in più per l’analisi SEO di un dominio in generale e di una url in particolare.

Ogni qual volta si effettua una ricerca il risultato che si ottiene riporta subito sotto queste seguenti parole:

TAG  SEO LINKS CACHE  IP SPAM

Ognuna di queste è linkabile ed accede ad un servizio ben preciso (per la gioia dei webmaster!)

Cliccando su tag è possibile taggare quel sito con una keyword (slashtag), con links si ottiene la url completa della pagina di riferimento, spam per indicare quel risultato di ricerca come spam appunto, ip fornisce il numero ip, cache forsinsce la cache version, ovvero la pagina del link dove viene evidenziata la keyword usata per la ricerca, tutte le volte che si ripete nel testo.

Quello che ci interessa è la parola SEO, nemmeno a dirlo.

Cosa succede se si clicca su SEO? Bè si apre un piccolo mondo almeno per chi è del settore. Una vera e propria analisi.

Quello che ci si trova davanti è un’analisi abbastanza completa lato SEO. Le pagine del sito, eventuali duplicate content, gli inbound links, la description, gli anchor ecc.

Analisi sito con Blekko

Non solo! Fate attenzione agli slashtag utilizzati, se si usa /domain si ha un’analisi del dominio con l’elenco dei siti che lo linkano e la possibilità di comparare il sito con altri siti concorrenti. In realtà è possibile comparare fino a quattro domini!

Comparazione siti con Blekko

L’uso specifico di un determinato slashtag mette in evidenza un ambito specifico dell’analisi.

Cliccando su url si accede all’analisi propria della url  in base allo slashtag su cui si vuole sapere di più.

Analisi url Blekko

Conclusioni analisi Blekko

Alla fine si può dire che questo nuovo motore di ricerca non è certo paragonabile a Big G adesso.

Blekko è molto più che un semplice motore di ricerca e vale la pena tenerlo in considerazione, analizzarlo e scoprire che magari può offrire molto di più.

L’idea della collaborazione degli utenti non è certo nuova, anche Bing sfrutta una cosa del genere, di sicuro risulta essere una novità il complicato sistema di slashtag che, appunto perchè complicato, rischia di chiudere Blekko in una nicchia di esperti e curiosi precludendolo al pubblico online.

Sicuramente da un punto di vista di analisi SEO Blekko si è rivelato una scoperta interessante che merita di essere approfondita ulteriormente!

Articoli correlati