Cloud computing e sicurezza online per le PMI italiane

martedì, 21 febbraio, 2012

CSA Italy, divisione italiana della Cloud Security Alliance si impegna a promuovere il concetto di cloud computing in relazione alla sicurezza online per quanto riguarda il lavoro delle piccole e medie imprese italiane. L’associazione no-profit CSA Italy presenta e promuove un progetto nato allo scopo di diffondere nelle PMI del nostro paese un parere positivo verso il concetto di cloud computing.

La Cloud Security Alliance è un’associazione internazionale che si pone l’obiettivo di sviluppare e migliorare la relazione tra imprese e servizi di cloud computing in modo particolare per quanto riguarda la piccola e media impresa. Ecco allora che nasce e viene portato avanti un progetto di riferimento per PMI e pubbliche amministrazioni sul tema specifico della sicurezza nell’ambito dei servizi di Cloud. Un progetto che si svilutta attraverso la promozione e lo sviluppo di tematiche di ricerca inerenti appunto la Cloud Computing Security ed il concetto di condivisione di conoscenze mediante una serie di appuntamenti come eventi, seminari, conferenze e collaborazioni con associazioni professionali.

Tutti gli eventi in programma saranno gestiti e organizzati da un Comitato di Ricerca presieduto dai soci del comitato direttivo e basati sull acollaborazione di appositi gruppi di lavoro, chiunque può chiedere di prendere parte al progetto e partecipare al lavoro dei gruppi. Per l’anno 2012 sono già attivi 3 gruppi di lavoro che studiano e collaborano in relazione a tre argomenti quali:

  • Portabilità, Interoperabilità e Sicurezza Applicativa
  • Privacy e Cloud
  • Traduzione e Contestualizzazione delle ricerche CSA

Alberto Manfredi, Presidente di CSA Italy afferma che:”L’obiettivo è supportare il mercato IT in Italia, in particolare le Pmi e pubbliche amministrazioni, verso un approccio cosciente e sicuro al cloud computing. Consapevole del valore che il modello Cloud Computing può generare nel mercato IT italiano, CSA Italy vuole promuovere sia una adeguata disciplina di sicurezza del Cloud Consumer nella valutazione delle informazioni che andranno nel Cloud che la trasparenza del modello di sicurezza adottato dal Cloud Provider“.

Per maggiori informazioni su eventi e semirai sul cloud il sito ufficiale CSA Italy

Articoli correlati