Frodi online in crescita in Italia, dati Rapporto del Tesoro

lunedì, 12 agosto, 2013

In Italia cresce il numero di frodi online. Internet risulta essere il canale meno sicuro quando si tratta di effettuare un pagamento con la carta di credito. Nel 2012, rispetto ai due anni precedenti, è cresciuto il fenomeno della frode sul Web, soprattutto per quanto riguarda le transazioni con l’estero e per il settore viaggi (acquisto biglietti aerei fra tutti).

I dati arrivano dal Rapporto del Tesoro, il Rapporto statistico sulle frodi con le carte di pagamento elaborato dal Dipartimento del Tesoro. Il rapporto parla di un Paese, il nostro, sempre più sicuro per quanto riguarda il pagamento con carte di credito, prepagate e bancomat, ad eccezione appunto dell’online.

Nel 2012 sono state registrate oltre 265mila transazioni non riconosciute per un valore di quasi 55 milioni di euro, in calo rispetto al 2011 dove il valore si aggirava intorno ai 52 milioni. Il tasso di frode in Italia nel 2012 è stato pari allo 0,0190%, in diminuzione rispetto al 2011 e inferiore rispetto a quello registrato da Regno Unito, Francia e Australia.

Il Rapporto mostra anche la modalità con cui la frode viene portata avanti. La clonazione è il metodo più utilizzato in Italia, mentre negli altri Paesi dove è molto più diffuso l’acquisto online, la frode su questo canale è la più diffusa.

Hai un sito web per la vendita online? La strategia di marketing per e-commerce di PMI Servizi


Articoli correlati