Quanto e come le PMI investono in web e mobile marketing

martedì, 13 gennaio, 2015

Nei mesi di ottobre/novembre 2014 BrightLocal ha condotto l’annuale SMB Internet Marketing Survey. Un sondaggio che chiede alle imprese che hanno fra 1 e 50 dipendenti (quindi Piccole e Medie Imprese) di rispondere a domande riguardanti intenzioni e atteggiamenti verso web marketing, mobile marketing e in generale adozione di strategie di marketing che includano più strumenti e tecniche web. Al sondaggio del 2014 hanno risposto 736 imprese, di queste il 95% si trova in nord America, dato che è questa l’area di interesse dell’agenzia  che ha svolto il sondaggio.

I dati italiani sono probabilmente diversi, ma quelli americani possono avere una funzione di sprone per le PMI italiane a prendere esempio dai colleghi d’oltreoceano che, stando ai numeri, credono nel web marketing e lo ritengono uno strumento utile per la crescita dell’azienda.

Vediamo ora alcuni dei dati più rilevanti emersi dal sondaggio.

Qual è il budget mensile allocato per il marketing?

  • Il 70% spende meno di 500$/mese (73% nel 2013)
  • L’83% spende meno di 1.000$/mese (85% nel 2013)
  • Solo il 16% spende più di 1.000$/mese (85% nel 2013)

La maggior parte delle PMI investe, perciò, meno di 500$ al mese nel marketing e di questi solo una parte è assegnata al mobile e al web.

marketing budget mensile

Da ulteriori confronti è emerso che il budget allocato per il marketing è strettamente correlato alla dimensione aziendale, ovvero maggiore è il numero di dipendenti, maggiore è il budget.

Del budget mensile, quanto viene spese per il web o mobile marketing?

  • Il 34% alloca meno del 10% per i canali online (33% nel 2013)
  • Il 50% alloca meno del 30% per i canali online (49% nel 2013)
  • Il 29% alloca più del 70% per i canali online (28% nel 2013)

web marketing budget mensile

Dai dati emerge che ci sono due correnti contrastanti, c’è chi ritiene il marketing online non abbastanza utile per la propria azienda e quindi decide di investire in altre attività promozionale. C’è chi lo ritiene il mezzo migliore in assoluto, tanto da dedicargli il 70% del budget. La differenza sta probabilmente nel settore di appartenenza, ci sono alcuni settori che non possono fare a meno dell’online (pensiamo a quello turistico), altri che invece prediligono, ad esempio, il passaparola. Per un’agenzia di web marketing conoscere questi dati in anticipo e capire qual è la possibilità di spesa che ha un certo settore, rispetto a un altro, è fondamentale per riversare i propri sforzi promozionale in quel senso.

Nei prossimi 12 mesi crescerà il budget per il web marketing?

  • Il 37% prevede di aumentare il budget nel corso dei prossimi 12 mesi (contro il 21% nel 2013)
  • Il 47% è incerto (47% anche nel 2013)
  • Il 16% non ha in programma di aumentare il budget (32% nel 2013)

web marketing budget prossimi 12 mesi

Questi dati sono molto positivi, dimostrano un certo grado di fiducia nel web, tanto che chi non ha intenzione di investire si è dimezzato rispetto all’anno precedente, mentre chi intende farlo è cresciuto.

Quanto è efficace il web marketing per la tua attività?

  • Il 32% trova il web marketing “molto efficace” per attirare nuovi clienti (27% nel 2013)
  • Il 75% crede che il web marketing sia “efficace” per attirare nuovi clienti (68% nel 2013)
  • Il 4% non utilizza il web marketing (8% nel 2013)

web marketing efficacia

Questi risultati sono perfettamente in linea con quelli precedenti, c’è fiducia verso il mezzo, offre buoni risultati, perciò si aumenta il budget per sfruttarne le potenzialità.

Quale metrica ritieni più interessante?

  1. Per il 31% le telefonate ricevute
  2. Per il 20% il traffico sul sito web
  3. Per il 20% il posizionamento in SERP

web marketing metriche

Per chi, come noi, lavora con le PMI non è così strano constatare che le telefonate siano così importanti. Più strano è scoprire che il traffico sul sito e il posizionamento siano più importanti delle richieste ricevute dal sito (14%) e le visite di clienti in negozio (14%). Probabilmente, specie quest’ultimo dato, è legato al fatto che è difficile misurare con certezza quando un cliente arriva dopo aver trovato un’attività online oppure attraverso altre forme promozionali. Interessante è che le PMI ancora diano così tanto valore al posizionamento, che negli ultimi anni, come gli esperti di settore sanno, ha perso molto del suo valore, date le fluttuazioni delle SERP.

Fonte: SearchEngineLand