Social network e medicina, nasce ecancerHub

lunedì, 26 settembre, 2011

Lottare contro la malattia e unire i proprio intenti, le proprie conoscenze, i propri bisogni. Informarsi, comunicare, informare. Dal “36° Congresso della Società europea di oncologia medica” in corso a Stoccolma è rimbalzata la notizia della nascita di ecancerHub, un social network dedicato ai tumori, un social network prettamente medico, scientifico, destinato all’uso e al confronto di medici e persone.

Un social situato in un portale edito dai responsabile del giornale online eCancer, dall’indiscusso valore scientifico, gestito da un staff di medici ed esperti di comunicazione e frutto di due anni di ricerca del progetto “Eurocancercoms”, finanziato dalla Commissione europea, partenariato tra i maggiori centri di ricerca europei sul cancro, guidati dall’Istituto europeo di oncologia che ha sede a Milano.

Non qualcosa di improvvisato né di avventato quindi. Ma un reale serio e autorevolissimo portale al quale accedere per capire e  cercare un provvisorio sollievo. Il sito offre la possibilità per gli utenti di mettersi in rete, parlare, confrontarsi. Ospita forum, video, offre la possibilità di aprire un blog, di chiedere e di ricevere rispose. Oltre ovviamente alla possibilità di inscriversi al social interno.

Possibilità attive, alle quali vengono affiancati centinaia di contenuti, informazioni serie, affidabili, verificate e comprovate da uno staff che ha come primo obiettivo quello di fornire un supporto affidabile, dall’assoluto valore medico. Non un sito di pareri o commenti quindi, al quale rivolgersi per saperi veloci, ma un reale presidio medico e oncologico nel web.

”I nostri contenuti sono tutti corretti e validati, e soprattutto affidabili” – ha dichiarato Gordon McVie del Cancer Media Center (Regno Unito),  managing editor di eCancer. Social e portale sono ancora in versione beta. Ci vorrà un mese per la piena implementazione e completo sviluppo. Per uno strumento offerto dalla rete utilissimo, vitale.

Il sito per ora è totalmente in inglese. Speriamo che nell’evoluzione dalla beta riuscirà a essere tradotto almeno nelle lingue UE.

Per informazioni: ecancerHub.