Stacks e link, Delicious torna nel social bookmarking

mercoledì, 28 settembre, 2011

“Hey there, we have some great news – the new Delicious site is now live! Today’s a big day for us, and there’s lots to share. We’ll try to keep it brief so you can start using the new service and giving us feedback!”.Oggi è un grande giorno per noi! È nato il nuovo Delicious. Diteci cosa ne pensate”.

Delicious quindi torna in auge, il popolare sito di social bookmarking, nato nel 2003 con un “domain hack” poi riassunto e definitivamente normalizzato nel 2008, ritorna nel web, con un nuovo design, e una completa rilettura delle proprie funzioni. A cominciare dalla nomenclatura basica. I bookmarks ora sono diventati “links”. A rilanciare il sito sono stati Chen e Hurley, gli ex fondatori di Youtube che tramite una propria nuova società chiamata AVOS, lo scorso aprile 2011 l’avevano acquistato da Yahoo!. Con intenti di restauro, restyling, ripensamento, illustrati agli utenti del sito invitati prontamente ad accettare le nuove sfide e le nuove policy. (Leggi Delicious passa da Yahoo! ai fondatori YouTube).

Il nuovo Delicious è diverso dal passato. Acclarato il new deal del design, la rivoluzione è evidente in particolare su due fronti. Sono nati gli “stacks”, sono scomparsi i bookmarks ora rinominati “links”. Se i links hanno la stesse identica consistenza e ricoprono la stessa funzione dei vecchi bookmark, fondamento e motivo di esistere dello stesso Delicious, gli stacks sono un’assoluta novità. Lettaralmente sono “pile”, mucchi ordinati, logici. Sono in sostanza degli insiemi nei quali l’utente può aggregare links, immagini, video, sotto un solo titolo che li identifichi, segnalando e mettendo da parte per sé e per il proprio network un’insieme di informazioni, di contenuti, relativi a un solo argomento. Viene offerta quindi la possibilità di ordinare le proprie idee, creare un super bookmark completo e ricco, e offrire quindi una segnalazione e un appunto ragionato, lavorato, selezionato.

Le altre novità del sito riguardano in particolare  i tag, prima separati da spazi e ora da virgole e l’eliminazione di “fan” e “subscription” a favore di un più immediato e contemporaneo semplice “following”. Rivisitazioni che il nuovo team ha adottando con l’obiettivo di semplificare e potenziare il knowledge sharing.

Il sito è ancora in “beta”, vengono annunciate novità e ovvi assestamenti in corsa. D’altronde la citazione nel lancio postato sul Blog Avos è inequivocabile:  “What if they say I’m no good? What if they say, ‘Get outta here, kid, you got no future?’” – Marty McFly, Back to the Future.

Per informazioni: Delicious.

Social 2.0 strumenti per comunicare online