Infortunio e malattie professionali: novità sui certificati medici

lunedì, 21 marzo, 2016

A partire da domani, 22 marzo 2016, cambierà la modalità di trasmissione dei certificati medici per infortunio o malattie professionali. L’invio del certificato non sarà più a carico del medico curante, ma dovrà essere inviato dal medico che ha certificato l’infortunio o la malattia professionale o dalla struttura che ha prestato la prima assistenza.

La nuova modalità passa attraverso una nuova procedura informatica per la registrazione e la profilazione dei medici e delle strutture. Con questa procedura, l’incaricato all’invio del certificato può interagire direttamente con Inail, a cui può quindi spedire il certificato.

Per quanto riguarda la profilazione, il medico o il responsabile della struttura sanitaria devono inviare una specifica richiesta alla sede Inail del territorio di competenza, utilizzando il modulo disponibile sul sito dell’Istituto.

La novità si rifà al Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 151, relativo alle Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183.

La definizione di malattia professionale trova il suo corrispondente legale nel Decreto Legislativo 81/08, il Testo Unico per la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori, che indica nel medico competente la figura incaricata a verificare lo stato di salute dei lavoratori e l’eventuale presenza di malattie collegate all’attività lavorativa svolta.

Registrazione corsi sicurezza lavoro